NUOVE DISPOSIZIONI COVID DAL 1° MAGGIO

Pubblicato il 6 maggio 2022 • In primo Piano

Il Ministro della Salute Roberto Speranza, in data 28 aprile, ha firmato l’ordinanza di proroga al 31 maggio delle disposizioni per gli arrivi dai Paesi Esteri.

La novità riguarda il passenger locator form, che dal 1° maggio non sarà più necessario. Il documento era stato introdotto nell’estate del 2021 per regolare le partenze e conteneva tutte le informazioni necessarie per localizzare il viaggiatore in caso di eventuale contagio da Covid durante lo spostamento.

Il Ministro, inoltre, dopo l’approvazione da parte della commissione competente della Camera dei Deputati del decreto “fine stato di emergenza”, ha firmato una seconda ordinanza, che recepisce il testo dell’emendamento sull’utilizzo delle mascherine al chiuso.

Ecco, in sintesi, le misure in vigore dal 1° maggio al 15 giugno 2022.

 

GREEN PASS

  • Fino al 31 dicembre 2022 resta l’obbligo del Green pass rafforzato per entrare come visitatori nelle Rsa, hospice e negli ospedali.
  • Fino al 31 maggio 2022 il green pass base è richiesto per i viaggi all’estero, mentre non è più necessario compilare il passenger locator form.

 

MASCHERINE

Fino al 15 giugno 2022:

È obbligatorio usare le mascherine di tipo FFP2 per:

  • tutti i mezzi di trasporto come aerei, navi, traghetti, treni (Interregionali, Intercity, Intercity notte e Altavelocità), autobus interregionali, mezzi del trasporto pubblico locale o regionale, mezzi di trasporto scolastico
  • funivie, cabinovie e seggiovie (se usate con la chiusura delle cupole paravento)
  • spettacoli aperti al pubblico che si svolgono, al chiuso, in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati
  • eventi e competizioni sportive al chiuso.

È obbligatorio usare le mascherine per:

  • studenti e personale scolastico
  • lavoratori, utenti e visitatori delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, dagli ospedali alle residenze sanitarie, dagli hospice alle strutture riabilitative.

Non hanno l’obbligo di indossare mascherine:

  • i bambini con meno di sei anni
  • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e le persone che devono comunicare con una persona con disabilità in modo da non poter fare uso del dispositivo
  • le persone che stanno svolgendo attività sportiva.

È comunque raccomandato di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico.

 

VACCINAZIONI

L’obbligo di vaccinarsi è prorogato fino al 15 giugno 2022 per:

  • persone over 50
  • personale della scuola
  • personale del comparto sicurezza e soccorso pubblico
  • polizia locale e personale del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria
  • personale delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e degli istituti tecnici superiori
  • il personale dei Corpi forestali delle Regioni a statuto speciale.

Per il personale sanitario e delle RSA, l’obbligo rimane fino al 31 dicembre 2022.

 

ISOLAMENTO E QUARANTENA

Ecco come ci si deve comportare per:

  • isolamento: solo chi è positivo al Covid 19 deve stare in isolamento fino all’accertamento della guarigione con un test antigenico o molecolare negativo (eseguito anche in centri privati abilitati)
  • quarantena: chi è venuto a contatto stretto con un caso positivo al Covid 19 non deve fare la quarantena, ma stare in autosorveglianza, cioè indossare una mascherina Ffp2, al chiuso o in presenza di assembramenti, per dieci giorni dall’ultimo incontro con il caso positivo al Covid e sottoporsi a un test rapido o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatico, anche dopo altri cinque giorni.

 

SCUOLA

Anche con più di 4 casi positivi, l’attività didattica continua per tutti (studenti positivi esclusi).

Gli alunni che sono stati in contatto stretto con gli studenti positivi non devono più fare la quarantena, ma continuano la scuola in presenza.

Alle elementari, alle medie, alle superiori e nei centri di formazione professionale devono stare in classe con la mascherina FFP2 per dieci giorni dall’ultimo incontro con il caso positivo al Covid e devono fare un test rapido o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, anche dopo altri cinque giorni.

Rimane l’isolamento solo per chi è positivo al Covid 19 che potrà seguire le lezioni in Dad. 

Lo studente potrà rientrare in classe dopo un test antigenico o molecolare con esito negativo.